Rassegna stampa e opinioni

08/10/2019 : Ticket sanitari in base al reddito: ma è davvero giusto?

In un panorama ancora abbastanza confuso in cui le principali misure della manovra 2020 vengono prima annunciate, poi smentite ed il giorno dopo riproposte, emerge tuttavia una tendenza che pare ormai condivisa. Quella di rivedere il tema dei ticket sanitari ed, in generale, le modalità di compartecipazione dei cittadini alla spesa pubblica necessaria per garantire la loro salute.

29/09/2019 : Tassare il contante finisce per punire gli onesti, le card strumento di modernità

Secondo le voci che circolano al momento con più insistenza circa le misure che il nuovo governo intenderebbe realizzare per contrastare l’evasione fiscale nel nostro Paese (oltre 100 miliardi l’anno secondo le stime), spicca la proposta di incentivare i pagamenti elettronici e, parallelamente, quella di tassare l’utilizzo del denaro contante nelle transazioni.

06/09/2019 : Lavoro, scuola e invecchiamento attivo: si batta un colpo!

La crisi d’estate volge ormai a conclusione ed è quindi più che legittimo interrogarsi sui temi che la nuova compagine di governo si troverà a dover affrontare. Lasciando stare per un momento le tematiche domestiche, maldestramente assurte al ruolo di altrettanti crocevia irrinunciabili della politica nostrana (reddito di cittadinanza, flat tax, quota 100 …), l’attualità internazionale ci segnala alcuni temi assai più rilevanti ai quali una buona politica dovrebbe trovare le risposte adeguate per il futuro della comunità che si candida ad amministrare.

05/07/2019 : Di procedura d'infrazione ne sentiremo parlare a breve

Alla fine la procedura d’infrazione per deficit eccessivo, a causa dell’alto debito, è stata evitata e la Commissione europea ha dato il via libera ai conti pubblici italiani.

Una svolta che ormai era nell’aria ma che comunque ha scatenato l’entusiasmo dei mercati finanziari riportando lo spread al di sotto di quota 200 e Piazza Affari a guadagnare più del 2%.
E questa è senz’altro una buona notizia.

12/06/2019 : MiniBot: un'utile furbizia

Nel mentre la Commissione Europea propone, per il nostro Paese, una procedura d’infrazione per aver fatto troppo poco per ridurre il peso del nostro ingentissimo debito pubblico, la nostra Camera approva una mozione bipartisan che impegna il governo a pagare i debiti commerciali della Pubblica Amministrazione anche attraverso l’emissione di titoli di Stato di piccolo taglio (i cosiddetti “mini bot”).

23/05/2019 : In verità l'euro ci ha salvati

A pochi giorni dal voto europeo, si continua costantemente a parlare dell’euro che secondo alcuni sarebbe la vera causa della mancata crescita del nostro Paese e della crisi della nostra finanza pubblica.

Al riguardo, forse non è inopportuno dirci con franchezza alcune verità che i numeri sanciscono in maniera incontrovertibile.

Nel 2018 l’Italia ha pagato circa 65 miliardi di euro di interessi passivi su un debito pubblico di oltre 2.300 miliardi. Una cifra che corrisponde ad un tasso del 2,8%.

25/04/2019 : Ben poco per la crescita e sempre più assistenzialismo

Con una maggioranza di governo che mai come questa volta ha sfiorato l’insanabile rottura è stato alla fine approvato il cosiddetto Decreto Crescita. Quello che, nelle intenzioni, dovrebbe rilanciare l’economia e permettere, nell’anno in corso, di giustificare una crescita del nostro Pil dal +0,1%, a legislazione invariata, fino al +0,2%, così come stimata dal DEF approvato agli inizi di aprile a seguito appunto dei nuovi provvedimenti normativi ivi previsti.

01/04/2019 : Tagliare le tasse sarebbe il pane, ma...

Crescita zero, o giù di lì.

Sono queste le previsioni del Centro Studi di Confindustria per il 2019. Non diverse, peraltro, rispetto a quelle dei più accreditati analisti economici nazionali ed internazionali.

Un dato assai lontano dalle previsioni ottimistiche del governo (+1,5% nella prima stesura della legge di bilancio bocciata dall’Europa, successivamente ridotto ad un +1,0% in quella poi approvata in via definitiva dal Parlamento).

15/03/2019 : Modello Organizzativo 231: il contributo alla diffusione della cultura della legalità negli Enti e nelle Imprese

Le concrete opportunità di crescita connesse all’implementazione in azienda di modelli organizzativi ai sensi della L. 231/01 sono state al centro dell’evento svoltosi lo scorso 11 marzo presso la Dacia Arena di Udine ed appartenente alla 7^ edizione di “Rimettere le scarpe ai sogni”, Progetto di Cultura d’impresa ideato da Salone d’Impresa Spa, realtà attiva nella realizzazione di un “network di comunità” tra persone (manager e imprenditori), imprese (pubbliche e private) e Università.

Pagine