Rassegna stampa e opinioni

27/12/2019 : Un altro anno buttato via

Questo 2019 si chiuderà segnando una crescita praticamente pari allo zero e le previsioni per il prossimo 2020 indicano un’Italia ancora maglia nera in Europa. Non solo rispetto all’area euro, ma dell’intera Europa a 27. Le previsioni della Commissione Europea per il 2020 assegnano infatti al nostro Paese un risicato + 0,4%, unico dato inferiore all’unità dei 27 Paesi dell’Unione che invece, in media, crescono addirittura di un punto in più rispetto a noi (+1,4%).

05/12/2019 : Opulenti e inoperosi: il destino segnato di un equilibrio impossibile

Un illuminante saggio del sociologo Luca Ricolfi (“La società signorile di massa”, La nave di Teseo), appena pubblicato, traccia un quadro della società italiana attuale tanto chiaro e documentato da meritare a buon diritto di diventare un argomento primario di dibattito per tutti coloro a cui affidiamo i destini del nostro Paese.

16/10/2019 : Professioni intellettuali motore di dignità e crescita, senza spinte corporative

Guido Piovene scriveva nel suo “Viaggio in Italia”, oltre cinquant’anni fa, che sostenere che l’Italia è un paese statico vuol dire non capirne nulla. “La staticità è nel coperchio o, per essere più precisi, in tutto ciò che chiederebbe chiarezza di pensiero e coraggio intellettuale. Sotto, sebbene in modo opaco, la società italiana è la più mobile, più fluida, più distruttrice d’Europa; assomiglia a quelle acque che scorrono rapidamente, senza però riuscire a smuovere una coltre spessa e dura di foglie impastate di limo che le copre e le fa parere immobili …”.

08/10/2019 : Ticket sanitari in base al reddito: ma è davvero giusto?

In un panorama ancora abbastanza confuso in cui le principali misure della manovra 2020 vengono prima annunciate, poi smentite ed il giorno dopo riproposte, emerge tuttavia una tendenza che pare ormai condivisa. Quella di rivedere il tema dei ticket sanitari ed, in generale, le modalità di compartecipazione dei cittadini alla spesa pubblica necessaria per garantire la loro salute.

29/09/2019 : Tassare il contante finisce per punire gli onesti, le card strumento di modernità

Secondo le voci che circolano al momento con più insistenza circa le misure che il nuovo governo intenderebbe realizzare per contrastare l’evasione fiscale nel nostro Paese (oltre 100 miliardi l’anno secondo le stime), spicca la proposta di incentivare i pagamenti elettronici e, parallelamente, quella di tassare l’utilizzo del denaro contante nelle transazioni.

06/09/2019 : Lavoro, scuola e invecchiamento attivo: si batta un colpo!

La crisi d’estate volge ormai a conclusione ed è quindi più che legittimo interrogarsi sui temi che la nuova compagine di governo si troverà a dover affrontare. Lasciando stare per un momento le tematiche domestiche, maldestramente assurte al ruolo di altrettanti crocevia irrinunciabili della politica nostrana (reddito di cittadinanza, flat tax, quota 100 …), l’attualità internazionale ci segnala alcuni temi assai più rilevanti ai quali una buona politica dovrebbe trovare le risposte adeguate per il futuro della comunità che si candida ad amministrare.

05/07/2019 : Di procedura d'infrazione ne sentiremo parlare a breve

Alla fine la procedura d’infrazione per deficit eccessivo, a causa dell’alto debito, è stata evitata e la Commissione europea ha dato il via libera ai conti pubblici italiani.

Una svolta che ormai era nell’aria ma che comunque ha scatenato l’entusiasmo dei mercati finanziari riportando lo spread al di sotto di quota 200 e Piazza Affari a guadagnare più del 2%.
E questa è senz’altro una buona notizia.

12/06/2019 : MiniBot: un'utile furbizia

Nel mentre la Commissione Europea propone, per il nostro Paese, una procedura d’infrazione per aver fatto troppo poco per ridurre il peso del nostro ingentissimo debito pubblico, la nostra Camera approva una mozione bipartisan che impegna il governo a pagare i debiti commerciali della Pubblica Amministrazione anche attraverso l’emissione di titoli di Stato di piccolo taglio (i cosiddetti “mini bot”).

Pagine