Rassegna stampa e opinioni

27/03/2020 : Quale normalità dopo la crisi?

Nel mentre siamo ancora in piena emergenza sanitaria per lo sviluppo dell’infezione pandemica da coronavirus, ci interroghiamo anche su quando potremo ritornare finalmente alla normalità. Continuare a ripetere questa parola, normalità appunto, ci induce a ritenere che ad un certo punto, prima o poi, tutto potrà ritornare ad essere quello che era prima. Vita, lavoro, consumi, abitudini. E anche governi nazionali, Europa, mondo.

17/03/2020 : Tre punti fermi per il rilancio dell'economia dopo l'emergenza

Stiamo tutti vivendo una situazione di emergenza che non ha paragoni nella memoria di ciascuno di noi.

Le priorità sono certamente oggi di natura sanitaria e dobbiamo riconoscere che, da questo punto di vista, chi ci governa ha assunto le misure giuste per contrastare la diffusione del contagio e noi stessi cittadini italiani le stiamo tutti seguendo, salvo marginali eccezioni, con encomiabile rispetto.

07/03/2020 : L'occasione per dimostrare che l'Europa c'è

L’economia vive di previsioni sulle quali si confrontano le istituzioni nazionali ed internazionali, gli istituti di statistica e le principali agenzie di rating. Queste previsioni orientano pure le scelte della politica e delle imprese.

Con effetti a catena sui consumatori e sulla loro propensione agli acquisti. Poi arriva qualcosa di assolutamente imprevisto che sovverte tutte le ipotesi in precedenza formulate, sconvolge il quadro a livello mondiale e cambia radicalmente da un momento all’altro lo scenario che ci troviamo di fronte.

10/02/2020 : Destinare la ricchezza privata allo sviluppo delle infrastrutture

Storicamente noi italiani siamo sempre stati un popolo di grandi risparmiatori. Una capacità di risparmio utilizzato sia per costruire solidi patrimoni familiari, a cominciare dalla prima casa, sia per finanziare in un passato ormai lontano il nostro debito pubblico in un circuito tutto italiano dove il risparmio privato alimentava una spesa pubblica in costante ascesa, sprovvista di una logica di sostenibilità nel lungo periodo.

27/12/2019 : Un altro anno buttato via

Questo 2019 si chiuderà segnando una crescita praticamente pari allo zero e le previsioni per il prossimo 2020 indicano un’Italia ancora maglia nera in Europa. Non solo rispetto all’area euro, ma dell’intera Europa a 27. Le previsioni della Commissione Europea per il 2020 assegnano infatti al nostro Paese un risicato + 0,4%, unico dato inferiore all’unità dei 27 Paesi dell’Unione che invece, in media, crescono addirittura di un punto in più rispetto a noi (+1,4%).

05/12/2019 : Opulenti e inoperosi: il destino segnato di un equilibrio impossibile

Un illuminante saggio del sociologo Luca Ricolfi (“La società signorile di massa”, La nave di Teseo), appena pubblicato, traccia un quadro della società italiana attuale tanto chiaro e documentato da meritare a buon diritto di diventare un argomento primario di dibattito per tutti coloro a cui affidiamo i destini del nostro Paese.

Pagine